vivere vuol dire cambiare.......
Reuven Feuerstein

 

 

-------------------------

Perché il P.A.S. Basic ?
(Programma di Arricchimento Strumentale – Metodo Feuerstein)

 

In anni recenti il Prof. Reuven Feuerstein ha centrato la sua attività sull’importanza di interventi precoci con l’obiettivo di prevenire le difficoltà di apprendimento e favorire il miglioramento delle competenze sociali. In questa nuova elaborazione il focus è stato posto sulla mediazione: in una società in cui i genitori hanno sempre meno tempo da dedicare ai propri figli è emersa la carenza di mediazione e di conseguenza un minor sviluppo del potenziale cognitivo. Insegnare a bambini piccoli, di età compresa tra i tre-sette anni, potrebbe ancora suscitare delle perplessità per chi è ancorato alle tappe di sviluppo di Piaget. L’approccio di Feuerstein e di Vygotskij supera le fasi piagetiane ritenendo che interventi precoci permettano di andare oltre le tappe evolutive e fisiologiche grazie all’esperienza di apprendimento mediato.

La partecipazione mediata di un adulto rappresenta la condizione necessaria per far si che il cervello possa, come dicono oggi le neuroscienze, sviluppare nuovi percorsi, nuove sinapsi, nuovi o diversi agenti conduttori neurochimici.

Il Programma di Arricchimento Srumentale Basic permette a bambini dai 3/4 anni di usare strumenti che favoriscono lo sviluppo delle funzioni cognitive basilari e propedeutiche all’apprendimento di contenuti ancora non posseduti che apriranno le porte ad uno sviluppo cognitivo e emotivo armonico.

Il PAS Basic è indirizzato principalmente a:
- sviluppare o acquisire più velocemente i contenuti e i concetti di base;
-prevenire i fattori di rischio
-rinforzare o ripristinare funzioni perse o non adeguatamente sviluppate.

Il PAS Basic, attraverso gli strumenti e le attività proposte, ha come obiettivi:
lo sviluppodelle Funzioni
Cognitive considerate emergenti in quando il processo di sviluppo e acquisizione attraverso l’Esperienza di Apprendimento Mediato è in via di consolidamento ; l’acquisizione di contenuti; e una pratica costante verso le attività del pensiero e il processo di apprendimento.
Ciò che differenzia il PAS Standard dal Basic è la centralità dell’apprendimento del contenuto poiché il Programma è rivolto a bambini ai quali l’acquisizione o l’ampliamento delle conoscenze contenutistiche permetterà di accedere a stati di funzionamento cognitivo superiore.
Questo lavoro, attento alle necessità e allo sviluppo del bambino trova la sua attuazione attraverso la Mediazione, modalità di lavoro e di approccio che nel PAS Basic è particolarmente centrale e articolata.
La modalità di applicazione degli strumenti in piccoli gruppi facilita il lavoro dell’insegnante. Tale lavoro sarà tanto più efficace quanto l’insegnante riuscirà a far trasportare, trascendere, generalizzare l’esperienza didattica in un ambito esperenziale più vasto.
Gli strumenti del PAS Basic permettono di affrontare le emozioni, le sensazioni, la percezione, la cognizione. Sono presentati tutti con modalità cartacea ad eccezione di uno strumento che partendo dalla modalità aptica rinforza quella grafica e la percezione sistematica. Alcuni strumenti hanno come oggetto gli stessi temi del PAS Standard, altri affrontano argomenti completamente innovativi:

 

Gli strumenti

1. Organizzazione di Punti- Basic

(individuazione di relazioni virtuali spaziali e loro concretizzazione con un’attività grafo -motoria)

2. Orientamento Spaziale- Basic

(dominio delle relazioni spaziali di base nel mondo Esterno)

3.Dall’Unità al Gruppo (costruzione del concetto di numero e padronanza dei meccanismi su cui si fondano le operazioni matematiche fondamentali)

4.Apprendimento dell’attenzione in 3 modalità

(integrazione di canali cognitivi tattili, verbali, visivi per favorire il processo rappresentazionale)

5. Identifica le emozioni (riconoscimento delle emozioni negli altri e in sé)

6.Dall’empatia all’azione (scoperta dell’empatia e della costruzione di una consapevolezza dei comportamenti conseguenti e coerenti)

7. Confronta e scopri l’assurdo A e B (meccanismi che regolano le situazioni attendibili o connotate dall’assurdo rilevate attraverso il confronto)

8. Pensa e impara a come prevenire la violenza (frenare l’impulsività e imparare a reagire in modo adeguato)

9. Conosci e Identifica (identificare osservare le espressioni emozionali)

10. Impara a fare domande per la comprensione della lettura (comprensione del testo e frasi comefonti di informazioni)

Gli strumenti possono essere organizzati in relazione a bisogni emergenti:

  • Strumenti che si concentrano sullo sviluppo percettivo/motorio orientati verso processi diapprendimento, attenzione e pianificazione del comportamento, iperattività e/o deficit attentivo, pianificazione del comportamento come controllo dell’impulsività.
    1. Organizzazione di punti- Basic
    4.Apprendimento dell’attenzione in 3 modalità
  • Strumenti che si concentrano sulla decodifica dell’emozioni, il riconoscimento dei loro correlati sociali/comportamentali e la ricerca dei fattori che li generano orientati verso processi di consapevolezza emotiva e gestione delle emozioni negli altri e in sé, la comprensione dei correlati sociali/comportamentali.
    5. Identifica le emozioni
    6. Dall’empatia all’azione
    8. Pensa e impara a come prevenire la violenza
  • Strumenti che si concentrano sullo sviluppo del pensiero analogico e astratto/integrativo orientati verso processi d’orientamento spaziale, la recettività delle istruzioni e la pianificazione dell’azione.
    2. Orientamento dello spazio - Basic
    3. Dall’unità al gruppo
    7. Confronta e scopri l’assurdo A e B
  • Strumenti per imparare a comprendere e a leggere
    9.Conosci e Identifica
    10. Impara a fare domande per la comprensione della lettura

 

------------------------

L.P.A.D. ( Metodo per la Valutazione Dinamica del Potenziale di Apprendimento)

P.A.S. (Programma di Arricchimento Strumentale)

P:A:S Basic (Programma di arrichhimento strumentale per interventi precoci)

Il metodo Feuerstein: ali per la mente

Il me

Imparare a pensare......
.......Imparare ad imparare